FANDOM


Weldon un giorno lasciò la sua fidanzata perché secondo lui era troppo gelosa. L'aveva visto dare un bacio francese ad una sconosciuta per la 345esima volta e stavolta gli aveva chiesto spiegazioni. Era la ragazza più affettuosa e sensibile, secondo il parere comune, ma lui non ci aveva pensato due volte a scaricarla. La prima mattina della sua nuova vita da spaiato, Weldon andò in bagno per lavarsi la faccia. Dopo che si fu asciugato, vide sé stesso nello specchio e si disse, a voce alta:

<<Era una stupida, io sono stupendo e ne troverò senz'altro presto un'altra.>>

A queste parole, il suo riflesso lo guardò con aria di rimprovero e scosse la testa sbuffando, accigliato e sconsolato. Il fiato del riflesso appannò il vetro dello specchio dall'interno, lui se ne accorse e fece un gran soffio per appannare una superficie più grande, poi cominciò a fare delle linee con un indice. Prima una linea verticale dritta, poi una curva che andava da un estremo all'altro. Una "D". Wendon, incredulo, sbatté gli occhi. Il riflesso ora si muoveva assieme a lui, come sempre. Pensò di essersi immaginato tutto e uscì di casa.

Il secondo giorno il tutto si ripete, tranne il fatto che il riflesso stavolta appannò il vetro di proposito, prima di fare di nuovo una riga dritta verticale, con tre più corte in orizzontale una in alto, una in basso ed una a metà. Il riflesso aveva disegnato una "E". Weldon sbatté ancora gli occhi e anche stavolta tutto come al solito come se non fosse mai successo niente.

Il terzo giorno il riflesso appannò il vetro con il suo fiato e sembrò che stesse disegnando le stesse linee del giorno prima, ma invece non disegnò quella più in basso. Era una "F".

Il quarto giorno, il riflesso disegnò una singola linea dritta verticale. Aveva scritto una "I".

Il quinto giorno, disegnò una singola linea curva. Era una "C".

Il sesto giorno, ancora una "I".

Il settimo giorno, ancora una "E".

L'ottavo giorno il riflesso disegnò due linee verticali distanti l'una dall'altra, poi le congiunse con una linea dritta ma obliqua. Aveva scritto una "N".

Il nono giorno il riflesso disegnò una linea dritta verticale, sormontata da una orizzontale centrata lunga la metà. Aveva scritto una "T".

Il decimo giorno fu la volta di una terza "E", dopo averlo fatto, il riflesso picchiò con l'indice sulla superficie dello specchio, come se volesse indicare Weldon. Sentendo questo suono, Weldon trasalì e, sebbene dopo aver sbattuto gli occhi il riflesso tornò nomale come sempre, preferì allontanarsi in fretta dal bagno e non tornò a casa se non a sera tardi. Si tenne comunque alla larga dal bagno.

Il giorno dopo, Weldon entrò in bagno con apprensione, ma il suo riflesso non fece più niente fuori dall'ordinario, mai più. Molti anni sono passati e Weldon è tuttora da solo. Guarda con perplessità e un poco di inquietudine ai fatti di quei dieci giorni e ancora si chiede cosa mai il suo riflesso avesse potuto volergli dire.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale