FANDOM


Se usi stare alzato la notte a fare cavolate al computer, come me, o a guardare fetenzie alla televisione, come non me perchè mi fanno schifo, avrai di sicuro una persona di famiglia che critica il tuo stile di vita sregolato e autonocivo e che ti sprona ad andare a letto presto. Ti dico una cosa sola: ascoltala o farai la mia stessa fine, la fine che avverrà a momenti.

Cominciò tutto quando presi l'abitudine di andare a letto sempre più tardi e, cosa assai malsana, non per lavoro o per fare delle cose importanti ma solo per stare sulle mie wiki o robe di questo tipo. Mia mamma mi diceva sempre: "non andare a letto così tardi, starai male" oppure "devi smetterla di andare a letto così tardi, è peggio per te" ma anche "se vai a letto così tardi ci rimetti in salute". Ora so che ha ragione oltre le più pessimistiche previsioni. Ovviamente l'ho sempre ignorata, nonostante le stranezze che cominciai a sentire di notte, dopo circa due mesi. Ero seduto al PC ad inzzuparmi la testa di onde elettromagnetiche quando sentii un rumore strano, come quei rumori che senti sempre dal piano di sopra o di sotto al tuo, qualcosa di pesante che viene trascinato; pensai quindi ad una cosa normale e lasciai perdere. Senonchè... qualcosa doveva per forza essersi mosso. I rumori si erano fatti ogni volta sempre più forti e prolungati, come se qualcosa si avvicinasse ogni volta di più; qualcosa che ieri notte intravidi sbucare dalla porta dell'anticamera, qualcosa di bianco e tozzo che arrivava ad una quarantina di centimetri da terra, che mi fissava orrendamente con il suo sguardo privo di occhi. Impietrito dall'orrore, rimasi fermo a fissare quel coso mentre spariva dietro la porta come se si fosse sentito scoperto. Fu solo dopo alcuni minuti, quando ormai la cosa si era lentamente ritratta, che mi alzai e la seguii, senza però trovare nulla, non c'era alcuna traccia in anticamera di qualcosa di pesante trascinato; andai quindi a dormire, dopo aver inutilmente perlustrato anche la stanza da letto (a cui l'anticamera era immediatamente adiacente) ed aver domandato ai miei parenti se si fossero accorti di qualcosa.

Quel poco che rimaneva da dormire della notte non mi riposò per niente, c'era una sensazione di orrore incombente nella camera - a pensare che la cosa potesse essere insieme a me nel buio, ma ciò non mi impedì, da folle qual ero, a fare di nuovo le ore piccole. Così eccomi di nuovo qui al PC, per l'ultima volta in questa vita e su questa terra. Perchè ho capito. Ho compreso l'orrore che si cela in questa casa, nella mia camera da letto; qualcosa che si sveglia quando io non dormo quando e quanto dovrei e che avrei tanto voluto si fosse limitato a farsi intravedere appena. Perchè ora è qui, è uscito dall'anticamera ed è ormai a pochi passi da me; per fortuna è molto lento, così avrò il tempo di finire la mia testimonianza. È il mio letto, furente perchè non lo uso abbastanza. Ora so perchè non c'erano tracce di spostamenti sul pavimento, ha le gomme alle zampe, ed evidentemente tornava sempre indietro ogni notte perchè sarei comunque andato a dormire; inoltre le poche notti che andavo a letto un po' prima placavano la sua furia ma non abbastanza da bilanciare tutte le altre volte che andavo a dormire tardissimo. "Bravo, hai proprio ragione" dice il mio diabolico giaciglio "Sei molto intelligente, ma ora è tempo di andare, è ora di finirla".

Infatti.

Per tutte le volte che sono andato a dormire tardissimo, ora lui farà in modo che io dorma per sempre.

Il letto diabolico

Il mostruoso letto diabolico


















Protagonista:"Bè, allora?"

Letto:"Allora cosa?"

Protagonista:"Non mi ammazzi? Dobbiamo finire la storia."

Letto:"No, sono qui solo per farti andare a dormire."

Protagonista: "Cosa? E la mia storia? Ho scritto un capolavoro horror e tu me lo rovini così?"

Letto: "Capolavoro 'sta schifezza qui? Il gabinetto ne sa inventare di migliori. E poi la foto che hai messo non mi somiglia per niente."

Protagonista: "Ma, ma..."

Letto: "Ma, niente. Devi andare a dormire e basta. Forza! Visto che non cooperi, mo' ti piglio con una coperta prensile e ti porto di peso. <swish!>"

Protagonista: "Ma non possiamo fare una roba tipo la camera indemoniata senziente che parla..."

Letto: "Cosa, quella boiata lì? Quella creepypasta è basata su un' idea del bidet, ti lascio immaginare. E ora smettila di fare il bambinone che non vuole andare a dormire. E poi ho messo uno spegnimento a tempo, protetto con password, nel PC che lo fa spegnere sempre alle 21.15, così non hai più scuse per non andare a dormire!"

Protagonista: "No, preferisco essere fatto fuori, non voglio andare a te, cioè, volevo dire, a letto, facciamo prima un gioco, uffa, dai..."

Letto

Il vero aspetto del letto. C'eri cascato, eh? No? Okay...

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale