FANDOM


Un tale aveva appena finito di festeggiare l'arrivo dell'anno nuovo, brindando con i suoi parenti con calici di cristallo. Dopo che tutti se ne furono andati,cominciò a rimettere in ordine, prima di andare a dormire. Camminando vicino al tavolo urtò involontariamente uno dei bicchieri, che cadde a terra e si frantumò. Adirato e frustrato allo stesso tempo, il tale prese scopa e paletta e cominciò a raccogliere i pezzi di vetro. Presto notò che mancava una scheggia, come spesso capita, ma ovviamente non ci diede peso e gettò il tutto nel contenitore del vetro fuori casa sua. Rientrato in casa si tracannò il fondo della bottiglia di spumante rimasto e tornò fuori per gettare la bottiglia vuota, infastidito per il fatto di non averlo gettato prima insieme ai cocci del bicchiere. Quando sollervò il coperchio del bidone del vetro, si accorse che il bicchiere rotto non c'era più. Stupito, e avvertendo anche un leggero brivido pur non sapendo perché, gettò in fretta la bottiglia e rientrò in casa con una certa fretta. Chiuse la porta a chiave, mise la catena come se dovesse impedire a qualcosa di entrare e andò a dormire. Nel sonno, ebbe degli incubi dove una scheggia di vetro affilata fluttuava nell'aria e lo sfiorava ripetutamente mentre dormiva nel suo letto, esattamente nella posizione in cui si era coricato prima, tagliandolo in più punti e facendolo sanguinare. Si svegliò di soprassalto e avvertì una sensazione di bagnato sotto alle coperte, insieme ad un odore ferrigno nell'aria. Una volta accesa la luce e alzate le coperte si rese conto di avere il pigiama macchiato di sangue ovunque e sentì che qualcosa si muoveva sotto di esso. Cercò con la mano sotto il suo pigiama nel punto in cui avvertiva il movimento e quando sentì di aver afferrato qualcosa la estrasse e vide che fra pollice ed indice stringeva la scheggia di vetro dell'incubo, che tremava come se si volesse liberare dalla sua presa. Per non farla fuggire il tale strinse inavvertitamente e così la scheggia si conficcò nel polpastrello del suo pollice ed incominciò a dimenarsi con l'intento di penetrarvi più a fondo. Spaventato si alzò in fretta dal letto e di corsa andò verso la porta d'ingresso e l'apri per uscire di casa e correre in auto per precipitarsi al pronto soccorso, ma quello che vide sullo zerbino lo fermò: il calice che aveva rotto era lì, con le schegge di vetro che si tenevano insieme inspiegabilmente, uno spazio vuoto chiaramente visibile fra di esse, ed era infuriato con lui perché prima l'aveva fatto cadere e l'aveva rotto. E voleva indietro la sua scheggia.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale