FANDOM


Non hai nulla da fare l'ultimo dell'anno? Non vai ad ubriacarti? Ho io quello che fa per te, butta l'occhio qua sotto!

Dice una leggenda che nella tua città c'è un ristorante abbandonato in periferia. Per raggiungerlo occorre uscire di casa esattamente alle 23.00 del 31 dicembre, dopodiché sali nella tua auto e prosegui sempre dritto fino a quando non senti una sensazione strana, poi gira a destra. Troverai una rotonda: giraci intorno tre volte fino a quando non ti senti disorientato, poi imbocca la prima strada che trovi, sarà quella giusta. Non preoccuparti di essere visto da passanti o vigili, nessuno sarà per strada non solo perché sono tutti in casa a festeggiare Capodanno, ma anche per motivi magici, soprannaturali e via dicendo blah blah blah... Da qualsiasi punto della città tu parta arriverai comunque al ristorante perché esso è magico ed esula dalle leggi fisiche, per entrare in quelle metafisiche e cacchiate di questo tipo.

Ad un certo punto noterai che ciò che ti circonda è inspiegabilmente non familiare, in fondo a destra, in lontananza, noterai una costruzione, raggiungila ed entra.

Con sorpresa, noterai che sono inspiegabilmente ancora le 23.00. Al centro della stanza troverai un tavolo con una tovaglia bianca bruciata e una singola sedia a fianco. Avvicinati alla sedia ma NON SEDERTI. Aspetta cinque minuti esatti durante i quali devi stare perfettamente immobile e tacere. Al massimo puoi cantare "Auld Lang Syne", ma puoi farlo solo in scozzese, altrimenti morirai immediatamente.

Ricordati di: NON MUOVERTI, NON PARLARE e di NON CANTARE "AULD LANG SYNE" SE NON IN SCOZZESE.

Passati cinque minuti siediti. Batti le mani tre volte e fai la tua ordinazione, anche se non c'è nessuno, quella che preferisci, ma non aspettarti che ti sia consegnata. Solo non ordinare arance flambé ne altre pietanze flambé, oppure una mannaia uscirà volando velocissima dalla cucina colpendoti al collo e decapitandoti. Aspetta la mezzanotte, quando dovrai comportarti come se fossi un cliente spazientito. Mentre aspetti la mezzanotte potresti notare con la coda dell'occhio altra gente che si siede ad altri tavoli. Non dire fesserìe, non c'è nessun altro oltre a te, stupido.

NON ASPETTARTI DI VEDERE LA TUA ORDINAZIONE. NON VOLTARTI (perché tanto non c'è un cavolo da vedere, oltretutto la tappezzeria fa schifo).

Dì a voce alta: <<Cuoco, oh Cuoco, perché ci metti cosi tanto, cuoco?>>.

Se senti una voce provenire dalla cucina dire: <<'Azzo vuoi?>> DEVI SCAPPARE! IL CUOCO HA LA LUNA DI TRAVERSO E SAREBBE TROPPO PERICOLOSO ANDARE OLTRE! TORNA A CASA E DIMENTICA TUTTO QUESTO! SE DOPO TRE MINUTI NON SENTI NESSUNA RISPOSTA VUOL DIRE CHE... OPS HO SCORDATO DI TOGLIERE IL CAPS LOCK... vuole dire che il cuoco non ti ha sentito e puoi proseguire in sicurezza.

Perché gridare se lo scopo è non farsi sentire? Non lo so, non le scrivo io queste boiate, le copio-incollo e basta, non prendertela con me.

Alzati e raggiungi la parete di fronte a te. Ci sono varie porte. Su due ci sono un uomo ed una donna stilizzati. Non entrare nella porta con sopra l'uomo perché là dentro non si pulisce da decenni ed entrando prenderai istantaneamente il tetano e la setticemia e morirai.

Non entrare in quello con sopra la donna perché non puoi e basta.

Sulla destra c'è una porta normale con una maniglia allungata. Non entrarci perché conduce all'inferno.

Davanti A TE OH, SCUSATE a te c'è una doppia porta con due oblò. Quella è la porta della cucina, come tutti sanno, avrei anche potuto dirtelo subito ma in ogni creepypasta bisogna sempre inserire particolari inutili. Entraci e troverai un cuoco vestito da cuoco con un cappello da cuoco che mescola qualcosa in un pentolone con un mestolo. Lo vedrai di profilo, ma non vedrai la sua faccia perché il suo cappello da cuoco è floscio è pende su un lato. Qualunque cosa tu faccia, non tentare in alcun modo di guardarlo in faccia, manco per scherzo.

A questo punto il cuoco ti chiederà chi sei, bisogna rispondere: <<Lei non mi conosce.>>. In questo modo farai capire al cuoco che non sei uno dei clienti del ristorante, verso i quali ha molto rancore, fuggiti abbandonandolo durante l'incendio scaturito l'ultimo dell'anno di molti anni fa, durante il quale egli è perito con orrende ustioni sul volto sfigurato dalle fiamme. Per questo non puoi guardarlo in faccia, moriresti di paura se lo facessi. Non te l'avevo detto? Bè, meglio tardi che mai.

Tieni bene a mente che non devi dire il tuo vero nome, perché non si dice agli estranei come ti chiami.

Mentre parli con il cuoco, potresti notare con la coda dell'occhio qualcuno entrare nelle stanze con le porte con sopra l'uomo e la donna stilizzati e poi uscire. E allora? A te non è mai capitato di doverci andare?

Ora puoi fare delle domande al cuoco ma fà attenzione:

Se gli chiedi cosa sta cucinando, ti risponderà <<Guarda da te.>>, ti afferrerà per il collo e ti affogherà nel minestrone.

Se gli chiedi se ciò che sta cucinando è buono ti dirà: <<Assaggia.>>, e senza che tu possa fare nulla ti ficcherà in bocca un cucchiaio di minestrone dal sapore orrendo che ti ucciderà sul colpo.

Se gli chiedi se ha arance flambé ti risponderà <<Le arance flambé fanno male, ora ti mostro>>, e ti ustionerà il viso con il suo lanciafiamme da cucina; questo perché l'incendio è divampato proprio a causa del fuoco di un piatto di arance flambé.

Puoi chiedergli il tuo futuro, domandandogli <<Cosa succederà una volta fuori di qui?>>, sii pronto a ciò che ti risponderà. Se ti risponde <<Ci rivedremo>>, bè, mi spiace per te. Ogni volta che andrai in un luogo di ristorazione pubblico troverai il cuoco, visibile solo a te, che ti propinerà le sue schifezze, come riso al gorgonzola e lamponi con finocchi cotti, per esempio.

Se continui troppo a lungo, dopo un certo numero di domande il cuoco ti dirà di attendere in sala perché ti porterà il suo piatto migliore, non credergli. Se gli obbedirai, potrebbe portarti, a seconda di come gli gira, o un piatto tanto disgustoso da ucciderti se assaggiato o un piatto tanto delizioso che ti farà innamorare di lui per sempre. Invece, digli che devi andare inventandoti una scusa, per esempio che è tardi.

Non dirgli che non gradisci la sua cucina.Se lo farai, il cuoco ti prenderà e ti grattugierà nel Jolly Chef! Ovviamente è preferibile andarsene per tempo, non ci eri arrivato da solo, vero?

Allontanandoti, non voltarti, stavolta perché sulla soglia del ristorante c'è il cuoco che ti guarda mentre te ne vai e, se ti girassi, lo vedresti in faccia, con le conseguenze sopracitate. Se capisci che entrando in auto non potrai fare a meno di guardare verso il ristorante, vai a piedi, troverai la tua auto fuori casa la mattina dopo. Altrimenti entra pure in auto. In ogni caso fai la strada che hai fatto prima, al contrario. Se ti giri, noterai che il ristorante è sparito. Ad un certo punto vedrai che ciò che ti circonda ti è familiare, a questo punto torna a casa con la strada che preferisci e và a dormire.

Sei salvo, hai messo in pericolo la tua vita per niente e hai seriamente rischiato di essere orrendamente sfigurato o morire ucciso da un cuoco revenant psicotico, ma almeno hai saltato il trenino di Capodanno, e lo scopo primario del verificare se questa leggenda è vera è proprio questo.
Chef

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale