FANDOM


Un tizio indefinito di venticinque, ventotto anni stava leggendo "Il Cuore Rivelatore" di E. A. Poe per passare il tempo. Aveva appena lasciato la sua fidanzata, per questo motivo non sapeva come trascorrere le sue giornate, ora. La sua mente continuava a tornare ai bei (per lui) ricordi trascorsi insieme a lei, come mangiare con le loro braccia incrociate, bere da uno stesso bicchiere con due cannucce, mangiare uno spaghetto in due (© 1955 Disney) e altre cose disgustose e poco igieniche.

<< Questo tizio è stupido, si è fregato da solo.>> commentò, dopo avere terminato di leggere il racconto, << Non che sia poi questo gran capolavoro, comunque. Avrei potuto passare meglio il tempo guardando un cartone animato 3D, magari addirittura "Ralph Sp... >>.

<< Forse si è comportato così perché ha ascoltato il suo cuore.>> Lo interruppe una voce, <<La stessa cosa che dovresti fare tu.>>

Stupito dalla sentenza gratuita e stucchevole, il tizio cercò di capire chi fosse a parlare. Aveva avuto come l'impressione che la voce provenisse da sotto i suoi abiti.

<< Sono il tuo cuore, richiamala, fidati. Non trovi che sia stato stupido lasciarla solo perché ti ha dato fastidio che aveva scoperto che avevi intrallazzi occasionali con altre 620 donne?>> disse il suo cuore.

A questo punto il tizio si spaventò, fece finta di non sentire e decise di non rispondergli. Ma quello continuò:

<< Egoista anche, oserei dire. Dopo che vi rimetterete insieme, ricordati che è importante se anche LEI ha voglia.>>

Il tizio era infastidito dalla voce, e fece finta di essersela immaginata. Quindi decise di andare a dormire, ma non chiuse occhio perché il cuore continuò a parlare senza fermarsi per tutta la notte. Il giorno dopo decise di andare dal dottore ma il cuore stesse ben zitto al cospetto del medico, che quindi lo mandò dallo psichiatra, il quale, non notando nessun tipico sintomo di disturbo mentale, pensò ad uno scherzo e lo mandò a casa senza fare nulla.

Seduto sul suo divano, da solo, il tizio si preparò a sentire di nuovo le pappardelle del suo odioso cuore che metteva allo scoperto le sue colpe, ma non sentì nulla. Pensò di essersi finalmente liberato da quella seccatura, quando all'improvviso udì:

<< Adesso che siamo soli, penso che sia il caso di ragionare su un tuo specifico comportamento che avevi spesso, se non sempre, con lei...>>

Accecato dall'ira, il tizio prese un pugnale e pugnalò il cuore, per zittirlo per sempre. Contento, si alzò dal divano per prendere una birra, pensando con nostalgìa a quando obbligava la sua fidanzata ad ubriacarsi, quando si rese conto che senza cuore non poteva vivere e cadde a terra e morì. Siccome aveva firmato per donare gli organi alla sua morte, un super-chirurgo mise a posto il suo cuore anche se era stato pugnalato e lo trapiantò in un malato cardiopatico sensibile e rispettoso delle ragazze, che alla fine si fidanzò proprio con la ex-fidanzata del tizio. Il cuore, contento di essere nell'apparato circolatorio di una persona a posto, non parlò mai più, anche perché non aveva più nulla da dire. Non ti dico che la morale è ascoltare il tuo cuore, ma se ti va fallo pure, male non fa (forse).

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale