FANDOM


"Una sveglia digitale? A che mi serve? Non è decisamente quello che avrei voluto." Fu ciò che pensò un uomo quando scartò il suo regalo d'onomastico. "Una sveglia può essere sempre utile, giusto?" rispose il suo amico leggendogli nel pensiero. "Almeno potresti svegliarti prima dell'una pomeridiana e fare qualcosa di utile nella giornata, svegliandoti prima." continuò. "Ma io sto sveglio come chiunque altro! Che significa?" rispose il festeggiato. Al che l'amico replicò: "Stai sveglio come chiunque altro andando a dormire alle quattro di mattina, e di notte col buio non puoi fare una mazza di ciò che potresti fare di giorno. Bè, ora ti saluto. Me ne vado. Ciao." disse andandosene, divertito dall'aver fatto un regalo sgradito.

L'uomo rimase lì per un terzo inebetito, per un terzo arrabbiato e per un terzo risentito a guardare la porta chiudersi, dopodichè cominciò a ripulire il salotto, essendo la festa finita. Tolse dal tavolo la xbox one, la PS4, la mini NES e la sega genesis classic, insieme al biglietto per la successiva prima della Scala, all'atto di proprietà dello yacht e alle chiavi della Ford Mustang che gli avevano regalato; il tutto mentre si lamentava per la sveglia digitale che aveva ricevuto. Una volta finito, cercò di superare il dispiacere guardando qualcosa in tv con il prototipo 8k che un parente gli aveva spedito dal Giappone; facendo zapping non trovò nulla, ma sulla guida tv scoprì un film molto interessante, solo che era alle sei di mattina. "Per vedere questo film dovrò alzarmi per tempo. Vado sempre a letto alle quattro, solo due ore prima dell'inizio, ma non penso sia una buona idea stare alzato altre due ore. Andrò a letto molto prima del solito e mi sveglierò in tempo. Ma anche se dormo abbastanza potrei noon svegliarmi così presto, maledizione." pensò l'uomo, quando l'occhio gli cadde (solo in senso figurato, non è mica una creepypasta da quattro soldi questa) sulla sveglia digitale. "Ci sono. Metterò l'allarme e mi sveglierò in tempo. Ma lo sentirò? Facciamo una prova..." Così dopo aver impostato l'ora della suoneria per due minuti dopo, si preparò ad attendere brevemente per controllare la potenza del suono della sveglia.

Due minuti dopo

Dopo essere riatterrato sul divano dal quale era stato fatto saltare per l'effetto dell'intensità della suoneria ed essersi pettinato i capelli resi dritti per lo stesso motivo, l'uomo, soddisfatto, posizionò la sveglia in camera da letto e uscì per andare al ristorante a cinque stelle dove lo attendeva la cena di lusso che aveva ricevuto in dono quel giorno.

Fu di ritorno alle nove e tre quarti, e si preparò per andare a letto presto allo scopo di svegliarsi in tempo per vedere il film; infatti alle undici era già a dormire, mentre si chiedeva se si sarebbe svegliato con la suoneria, dato che dopotutto la prova con la sveglia l'aveva fatta da sveglio. Ridendo per lo stupido gioco di parole, puntò la sveglia alle cinque e mezza e si addormentò.

Si svegliò precisamente all'ora scelta, e dopo essersi ripreso dal rintronamento della suoneria, andò in salotto e si godè il film, per poi tornare a letto una volta terminato. Si svegliò estremamente soddisfatto e penso ai molteplici usi che poteva avere quell'apparecchio; "Con questa sveglia posso svegliarmi in tempo per fare tutto ciò che voglio, a qualsiasi ora presta! E posso anche svegliarmi in tempo per registrare dei programmi che fanno presto! Non ultimo, la sveglia può svegliarmi in tempo per andare da qualche parte! A dire il vero gli usi non sono molteplici, sono tutti la stessa cosa... ma non sottilizziamo! Le applicazioni del medesimo uso sono molte! Ecco, così va bene." disse fra sè e sè l'uomo. E così fu. Programmò la sveglia per vedere un altro film alle cinque antimeridiane, e lo vide; programmò la suoneria per registrare gli episodi di un cartone animato che non potè fraudolentemente scaricare da internet, e lo fece; programmò ancora per vedere l'aurora boreale in diretta (lui credeva fosse in diretta, per il fuso orario la mattina presto in Italia non corrisponde certo alla mattina presto in Alaska...) e la vide, e via dicendo.

"Perchè limitarmi solo alla mattina presto?" si chiese l'uomo, e usò la sveglia anche per arrivare in tempo agli appuntamenti serali e pomeridiani con la fidanzata, una modella svedese che conobbe in quel ristorante di lusso il giorno del suo onomastico, salvando così la relazione. La sveglia divenne il suo principale metodo per intrattenere gli amici, mostrando la maraviglia tecnologica della suoneria che gli permetteva di svegliarsi ad ogni ora volesse. Ma qualcosa iniziò a non soddisfarlo più. "Mi manca stare alzato fino a tardi. Non posso neanche utilizzare il mio nuovo PC di ultima generazione che mi regalarono al mio onomastico. Ogni giorno ho qualcosa per il quale devo alzarmi presto con la sveglia... Che problema c'è? Programmerò la sveglia come al solito, ma andrò a letto un'ora più tardi per stare alzato a fare qualcos'altro. Tanto con la suoneria mi sveglierò per forza!" E fece così, finchè l'amico che gli regalò la sveglia non notò segni di affaticamento in lui. "Mi sembri molto sciupato e indebolito. Hai il volto pallido, dormi abbastanza?" gli chiese. "Sì, certo" rispose l'uomo. "La tua sveglia è molto utile, mi sveglio sempre in tempo per tutto e posso fare ciò che voglio la sera." L'amico rispose:"Questa non è la risposta a ciò che ti ho chiesto; ti ho chiesto se dormi abbastanza, e dalla tua risposta capisco che non lo fai. Rimpiango di averti regalato quella sveglia, non avrei mai pensato che uno scherzo avrebbe comunque innescato un processo deleterio per la tua persona nella tua mente idiota come al solito. Ora me la riprendo, così potrai dormire come prima, da schifo ma almeno per sette ore." L'uomo era in preda al delirio: "Che dici? La sveglia è mia! È vero che vado a letto tardi, tanto la sveglia mi sveglia in tempo, mi serve e non potrai portarmela via! Fuori di qui!" e scaraventò l'amico fuori di casa sua.

Quest'ultimo si rialzò da terra e provò a suonare per rientrare, ma senza successo. Quindi si allontanò, preoccupato. Il suo scortese ospite non aveva nemmeno riso come uno scemo riguardo al gioco di parole fra sveglia sostantivo e sveglia-verbo, veramente non era più lui. Pensò alle sere recenti in cui il suo conoscente gli diceva del film che avrebbe visto alle cinque della mattina successiva o qualcosa del genere. Sapendo che ne parlavano anche alle undici e mezza di sera, questo significava che probabilmente fra una cosa e l'altra quel folle dormiva solo tre o quattro ore per notte.

Intanto l'uomo della sveglia stava pensando che forse il suo amico non aveva torto. "Okay, è vero che dormo quattro ore per notte per fare scemenze fino a tardi e svegliarmi comunque alle cinque o alle sei... L'ultima volta ho dormito solo tre ore... Va bene, questa sarà l'ultima volta. Dopodichè, o andrò a letto prima se devo alzarmi presto o non guarderò alcunchè alla mattina presto." Il suo pensiero fu interrotto dal suono della sua sveglia, che lo avvertiva di dover andare a un appuntamento. "Scommetto che anche lei mi troverà fuori forma, che seccatura..." pensò l'uomo, ed uscì.

Tre quarti d'ora dopo era già di ritornò, nero di rabbia per aver litigato all'appuntamento. "Ho litigato ancora una volta per stare utilizzando la sveglia. Ma è utile! Non capiscono niente! Io faccio ciò che voglio! Che c'è di male ad andare a dormire tardi e svegliarsi presto? Lo faccio per divertirmi! E lo farò ancora! Ah ah!" disse ridendo come un citrullo mentre programmava la sua stupida sveglia, con un sorriso da pazzo sul volto. "Ed adesso, a fare cretinate su internet fino alle tre di notte per poi svegliarmi alle cinque e mezza! Tanto con la sveglia posso svegliarmi quando voglio! Eh eh eh, ih ih, ah ah, oh oh oh, UH!" L'uomo mostrava ormai delirio allucinatorio da privazione del sonno.

La mattina dopo, l'amico si trovava fuori dalla sua casa, preoccupato per la salute dell'uomo. Si incamminò verso l'uscio, deciso a convincerlo a dormire un numero adeguato di ore quando incontrò la fidanzata dell'uomo davanti alla porta di casa. "Anche tu sei qui perchè sei preoccupata per quel babbeo?" le chiese. La fidanzata rispose: "Sì, ultimamente è proprio... Aspetta un attimo, come sarebbe "babbeo"? Lui..." ma si fermò di fronte allo sguardo impassibile dell'amico del suo fidanzato, non potendogli dare torto. "Perchè sei qui fuori? Non apre?" le chiese. "No, ma mi sembra che non sia neanche in piedi... sono già le undici..." rispose leri. "Questo non significa nulla, di solito dorme sempre fino all'una, lo so, lo conosco da più tempo di te." la informò l'amico. "Dici che lo conosci da più tempo di me? Non sarai mica geloso?" lo apostrofò la donna. L'amico non le rispose neanche e reprimendo un conato di vomito provocato dall'immaginarsi geloso provò a suonare, quando notò che la porta era aperta. "Oh, non mi ero accorta... Stavo aspettando che mi aprisse e intanto mi specchiavo..." esclamò la donna. "È tonta come lui, certo che chi si somiglia si piglia" disse fra sè e sè l'amico. "Cosa?" gli chiese la donna. "Dico che ora giro la maniglia" disse l'amico, e aprì la porta. "Deve essere così fuori da aver lasciato la porta aperta ieri, e..." si dissero i due mentre procedevano in casa. L'uomo non era da nessuna parte, salotto e cucina erano vuoti. "Non ci sono dvd o telecomandi in giro, quindi forse non si è alzato stamattina presto, come al suo stupido solito..." convenirono i due. Procedendo verso la camera da letto, iniziarono a sentire uno strano rumore bitonale e dissonante. Trovarono il loro comune conoscente a letto, freddo e immobile. Non rispose quando i due chiamarono il suo nome, nè quando lo scossero. L'unico suono che si sentiva nella stanza, al di sopra del continuo rumore di sottofondo, era solo quello della sveglia digitale che suonava invana per il suo proprietario, che ormai dormiva troppo poco da troppe settimane; la fatica era stata troppa. Dopotutto, nonostante la sveglia, l'uomo quel giorno non si sarebbe mai svegliato.

Immagine.PNG
























"Certo che russa proprio forte." disse l'amico. "Già." rispose la fidanzata.

Vota questo cazzo di racconto!!!:

Voto complessivoh:

Per votare devi avere un account wikia.
Questa votazione è una votazione (you don't say?)
Un ringraziamento a CreepyPasta Italia per questa funzione (in realtà ho fatto copia incolla) e anche a Masson Thief che è riuscito a far funzionare questo sistema.


Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale