FANDOM


*Lo scrittore si sta facendo i cavoli suoi al computer, forse sta navigando in internet per spulciare foto... Di giocattoli su amazon*

...Cosa? Ah, salve! Bè, visto che sei qua ti racconto una cosa... No, ormai non puoi andartene, stai lì e ascolta. Hai visto "Ralph Spaccatutto" la sera di Santo Stefano, su raitre? Faceva parte del pacchetto TV tre programmi per bimbi e bimbe, era il terzo dopo i finocchi (no, non era un programma di cucina) e la soap-orifera telenovela per famiglie con omicidi, stupri, serial killers e storie di mafia. Io, avendone letto sulla fonte inesauribile di sapere di internet tempo prima, avevo visto che parlava di videogiochi ed allora ero tiepidamente entusiasta di vederlo, e poi volevo vedere Bison che sapevo per certo che appariva nel film.

Spostài sul tre in ritardo, e dopo venti minuti di visione mi resi conto che Bison faceva uno striminzito cameo all'inizio del film ed era ormai bello che andato. Guardài Ralph rubare la medaglia dal videogioco di guerra, e poi finire nel gioco di go-kart che sembrava un miscuglio di Mario Kart e Candy Crush, insieme allo scarafone che poi annega nella palude di cioccolata. Pensài: <<Che bello, però. Mi sono perso Bison ma già due videogames appena all'inizio del film. Chissà dove andrà adesso!>>. La risposta fu: <<Da nessuna parte.>>. Il film era diventato sotto i miei occhi il solito film d'animazione 3D sdolcinato e prevedibile. Arrivato al punto in cui Ralph aiuta la bambina a costruire un Go-Kart nuovo, mormorài a bassa voce: <<Ma mai niente di nuovo, ma questo qui grande e grosso com'è è capace solo di aiutare bambine? Si chiama Spaccatutto e non spacca niente...>>.

Ti ho chiesto prima se anche tu hai visto il film perché a queste mie parole accadde qualcosa di strano, e mi piacerebbe sapere se anche tu ne sei stato testimone. Accadde che Ralph si fermò di colpo, si girò verso di me e mi disse: <<Non c'hai mica tutti i torti.>>, la sua espressione bonaria da omone grosso ma dolcione e un po' beone scomparve, come pure le sue pupille, e la rotondità rassicurante della grafica 3D Disney-Pixar lasciò posto a vene in evidenza e muscoli insensatamente gonfi, poi Ralph diede un solenne cartone allo schermo della TV dall'interno e l'immagine del film cadde in frantumi come se fosse stata fatta di vetro, al suo posto c'era una schermata nera con la faccia di Ralph fatta a pixels ma con gli occhi bianchi e la scritta "Ralf Spaccatroppo" in comic sans.

La scena tagliò nuovamente a dove si era fermata prima: arrivarono le guardie di Re Candito, ma Ralf fece una demolizione dall'alto con i suoi pugni chiusi giganteschi e creò un'onda d'urto che li spedì tutti contro il soffitto, rompendolo, e poi in orbita, contro il limite grafico del videogame, sul quale scontrarono, ricadendo al suolo in mille pezzi di zucchero. La bimba fastidiosa disse a Ralf: <<Il terremoto che hai fatto mi ha scosso, mi viene da fare un ruttino e mi viene da vomitare, sento il sa->>, <<Che schifo, TACI.>> le disse Ralf, e con un diretto fenomenale le staccò la testa, che volò via non si sa dove.

Ralf uscì dal garage, e la soldatessa e Felix gli si fecero incontro con dei sorrisi odiosi e gli dissero in coro: <<Raaaaaalf, abbiamo deciso di sposarci dopo ben tre scene passate insieme ed uno screen time complessivo di mezz'ora! Siamo innamoraaaaaaati...>>, <<Col cavolo, è MIA.>> disse Ralf, e, colpendo Felix sulla testa, lo conficcò nel terreno facendolo finire al centro della Terra, poi con una sberla assurda fece volare via la mitragliatrice dalle mani della sergentessa che tentava di sparargli, con tutte le mani, in uno stile Tex Avery.

Continuando a camminare con la soldata sotto braccio che si dimenava inutilmente, incontrò Re Candito che gli disse <<Come osi portare sfacelo nel mio regno, ora...>>, ma non riuscì a finire la frase perché Ralf lo prese per la testa con una sola mano e lo scaraventò in aria, suscitando l'indignazione della caramella verde che gli disse: <<Ci sono serie conseguenze per coloro i quali...>>, ma anche lui non finì la frase perché Ralf lo prese tra pollice ed indice e lo sbriciolò. <<Lei è molto maleducato.>>, dissero le briciole, mentre Ralf se ne andava, non ascoltandole. A questo punto un esercito di Oreo, che cantava: <<Oh-reo!, Oh-reo!>>, andò incontro a Ralf, che disse: <<Biscotti, ottimo! Avevo giusto fame!>>, se li mangiò tutti in un sol boccone e con il conseguente rutto orripilante da Fantozzi fece volare via i poliziotti donut odiosi e la bimba che era tornata, vestita da principessa con il diadema in testa, per dirgli che era lei la vera sovrana e gli doveva obbedire.

Poi Ralf si trovò davanti ancora Re Candito, con i vestiti sgualciti e strappati, che cercava pateticamente di fermarlo. Ralf gli diede un cazzotto in testa da Bud Spencer, e il re si trasformò in Turbo e disse: <<Ah-aahhh, hai visto? Sono Turbo sono cattivissi-->>, Ralf gli diede un altro pugno e Turbo si trasformò in Turbo-Candito che glitchava, gliene diede un altro e si trasformò in Turbo-Scarafone, gliene diede ancora uno e si trasformò in Turbo-Candito-Scarafone, gliene diede ancora un altro e si trasformò in Turbo-Candito-Scarafone che glitchava, gliene diede un sacco di altri sperando che diventasse Daphne di Dragon's Lair, suo sogno fin da adolescente, ma vide che non funzionava e allora lo spedì via con un gigantesco calcio nel sedere. Mentre faceva questo, sentì una voce dietro di sè che diceva: <<Hai visto Ralf? Non hai trovato la medaglia, gnah-gnah!>>, si girò e vide il tizio basso baffuto che sembrava Super Mario che lo derideva, allora prese la medaglia dalla tasca e gliela ficcò in bocca, chiudendogliela poi di colpo frantumandogli i denti, infine si girò verso di me una seconda volta e, guardandomi dritto in faccia, disse: <<Sono cattivo ed è bello. PUNTO.>>.

Ci fu un breve spazio nero di tre secondi, e poi si vide che c'era il mondo carammellato in rovina, con il cielo rosso e gli scarafoni che scappavano, impauriti, da Ralf, che sedeva su un trono posto su un mucchio di caramelle e dolci smangiucchiati, e teneva in una mano una catena che terminava in un collare posto sul collo della sergentessa, ora vestita con un costume che non dava spazio all'immaginazione, che tentava inutilmente di liberarsi con le mani. Intorno a lui vi erano Robotnik, Zangief, Bowser e tutti gli altri cattivi di tutti i videogiochi, anche Bison, che gli disse: <<Ralf, non è che sei stato un po' troppo cattivo?>>, poi il film finì, senza titoli di coda, e la mia TV si spense da sola. Quando la riaccesi, c'erano i normali titoli di coda di "Ralph Spaccatutto".

Ebbene, se hai visto il film anche tu ti chiedo, il film che hai visto è quello che hanno visto tutti o quello che ho appena raccontato io? Onestamente, vorrei averlo registrato, era decisamente meglio del film normale per me, c'era più azione, chissà se lo rifanno. Bè, grazie per aver ascoltato, se vuoi, puoi andare ora, io ho degli impegni.

*Cerca su "Google" un sito di collezionismo dove trovare la sorpresina dei pandorini che gli manca, un pop-up con una foto di modella in topless si apre, disgustato lo chiude.*

Ralf
Evil ralph by algiark-d5lldzq

Non l'ho fatto io questo, il copyright va al bravo Algiark.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale