FANDOM


Allora la nostra soffitta è veramente disordinata quindi ricevetti il compito di riordinarla con mia mamma. Quando la stavo riordinata, vidi il quadro di uno strano tizio che non conoscevo. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta la sua faccia era più rossa. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta la sua faccia era più rossa. Era tipo rosso brillante. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta notai un bastoncino nella sua mano. Era di legno o qualche materiale. Forse metallo o vetro. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta il bastoncino era diventato più grosso. Era tipo lungo 2 metri. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta il bastoncino aveva delle punte e sembrava un forcone. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta aveva qualcosa di molto piccolo in testa. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta quella cosa sulla sua testa era diventata un paio di corna. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta nella sua faccia era comparso un ghigno. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta aveva un gran ghigno in faccia. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta aveva denti affilati e una lingua biforcuta. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta il suo intero corpo era rosso brillante. Nessun essere umano poteva essere di quel rosso. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta era accanto ad un fuoco con la mia famiglia morente. Era iper-realistico. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta stava recando in mano un foglio con scritto "Ucciderò tu e tua mamma nella soffitta. State per morire". Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma ad un tratto vidi qualcuno battere sulla porta della soffitta cercando di entrare. Chiesi a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a riordinare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Continuai a riordinare ma vidi lo stesso tizio ma questa volta un diavolo uscì dalla foto e iniziammo a gridare. Trovai il coraggio di chiedere a mia madre "Chi è questo qua"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo a gridare". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Il diavolo uccise mia mamma e mi puntò un coltello e dise qualche ultima parola? Dissi "Cosa vuoi"?. "Non lo so". "Come fai a non saperlo". "Non lo so e basta". "Torniamo ad ammazzarci a vicenda". "Buona idea". "Ci vediamo". "Ciao".

Uccisi quel tizio e ucciderò anche voi. "Ci vediamo all'inferno". "Ciao".

Scritta da BrianBerta